Discussioni Wikipedia:Cóma scréver in dialètt mudnés

Da Wikipedia.
Jump to navigation Jump to search

Mo' cuma l'è bel leser al voster dialét! Cumplimeint! Andòm avanti acsé!! --Gloria sah (discussioni) 15:34, 9 mar 2013 (UTC)

Lèsta 'd vocabolâri mudèiş[mudéfica la surzéia]

1. L. A. Muratori - P. Gherardi - G. Crispi ed altri, "Vocaboli del nostro dialetto modanese, con appendici reggiana e ottocentesche modenese", a cura di Fabio Marri, Mauro Calzolari, Giuseppe Trenti. 2. Silvio Cevolani, "Il proposto e il dialetto, ovvero glossario del dialetto modenese estratto dalle Dissertazioni sopra le Antichità Italiane di Lodovico Antonio Muratori". 3. Giovanni Galvani, "Saggio di glossario modenese". 4. Ernesto Maranesi, "Vocabolario Modenese-Italiano". 5. Attilio Neri, "Vocabolario del dialetto modenese". 6. Sandro Bellei, "A m'arcòrd - Dizionario enciclopedico del dialetto modenese" con allegato: Ermanno Rovatti, "Grammatica del dialetto modenese". 7. Silvio Cevolani, "Vocabolario etimologico del dialetto modenese". 8. "Per imparare il Dialetto Modenese", Lions Club Modena Host. 9. Luisa Modena, "Il dialetto del ghetto di Modena e dintorni". Collegati: 10. "Dizionario del dialetto di San Cesario (3 voll.)", San Cesario sul Panaro, Amministrazione Comunale. 11. Renato Peri, "Vocabolario del dialetto spilambertese". --Gigu1962 (discussioni) 10:30, 23 mar 2016 (UTC)

In cla pàgina chè, ét càt él règol ch’él vìnen dru’èdi indal scrévver in dialátt mudnéś; chè in zémma ét càt ànch i vocabolàri dal dialátt ed la zité e indi paéś dintóren. Chè a ghè ànch i séggn per scrévver él paròl in dialátt mudnéś dèinter la wichipèdia eml (?).

Règol de scritùra Indal dialátt mudnéś a va sgnée di sòun che in italian i’n vìnen brìśa scrétt, perchè èl vuchèl él pol’n éser piò cùrti, per al fat che piò che la metè dél paròl in dialátt él finéssen in consonànt, e perchè la "s" e la "z" él vìnen scrétti a secánnda éd cum'él s dìśen. A-n n’eśésst ménga 'na manéra ch’la sìa stèda dru'èda da tótt, e a gh è ànch al fàt che dél vòlt la scritùra e la parlèda la pól cambièr indal gìr ed pòch chilòmeter, sèinza parlèr di dialátt edla Bàsa (Chèrp, La Miràndla, Al Finèl), vérs Bulággna (Castelfrànch) o quìi dla muntàgna. (continua) --Gigu1962 (discussioni) 08:05, 24 mar 2016 (UTC)

Aggiungo una cosa in italiano. La doppia consonante in dialetto serve solo per descrivere il fenomeno della vocale tonica breve: obbligatoriament (che non esiste) non va scritto con la doppia, dialátt sì, perché la tonica si appoggia consistentemente sulla consonante seguente. Eviterei anche usare termini italiani riportati in idioma, che è pessimo è talvolta controproducente (esempio classico, in italiano "non c'è dubbio" esprime una certezza, in dialetto - a-n gh è dóbbi - è una negazione risoluta).--Gigu1962 (discussioni) 12:01, 24 mar 2016 (UTC)

Nel dialetto modenese l'accento circonflesso non serve. Seppur usato da qualche autore, confonde la scrittura e può essere sostituito meglio con il raddoppio della vocale, come avviene peraltro in modo consistente nel carpigiano, per esempio (si veda Malagoli-Ori.--Gigu1962 (discussioni) 12:05, 24 mar 2016 (UTC)