César Marchi

Da Wikipedia.
Jump to navigation Jump to search

Provincia di Piacenza-Stemma.png Artìcol in dialët piaṡintëin Piacenza-Stemma.png


César Marchi (Vilafranca ad Varùna, 1922 - Vilafranca ad Varùna, 1992) l'è stä un giurnalista e scritùr Itaglian.

Biugrafia[modifica | mudéfica la surzéia]

Cus'häl scrìtt[modifica | mudéfica la surzéia]

  • I Segreti delle cattedrali (1972)
  • Boccaccio (1975)
  • L'Aretino
  • Facce di Bronzital (1978) (in culaburasión cun Ugo Marantonio)
  • Giovanni dalle Bande Nere
  • Dante
  • Impariamo l'italiano (1984)
  • Caro Montanelli
  • Siamo tutti latinisti
  • Grandi peccatori Grandi cattedrali (1987)
  • Quando eravamo povera gente
  • Non siamo più povera gente
  • Quando siamo a tavola
  • Quando l'italia ci fa arrabbiare
  • Finché dura l'equivoco
  • Il delatore, confidenze d'una malalingua
  • Confidenze di una malelingua
  • In punta di lingua (1992, pübilcä dopu la mòrt, cun la prëfasión de Giüli Nascimbeni).

Cus'hal vansìd[modifica | mudéfica la surzéia]

  • Premio Bancarella
  • Dattero d'oro, premi dal Salón Internasiunäl ad l'Umorismo ad Burdighera
  • Selezione Estense
  • Campione
  • Dodici Apostoli