Porzein dla stregna

Da Wikipedia.
?Porzein dla stregna; Devil's bolete o Satan's mushroom (en.)
Boletus satanas.JPG
Classìfica sientìfica
Regn: Fungi
Divisiòn: Basidiomycota
Class: Homobasidiomycetes
Urdin: Boletales
Famèia: Boletaceae
Gèner: Boletus
Specie: B. satanas
Nòm binomial
Boletus satanas
Lenz

El Porzein dla stregna es un Porzein tossiche avent'le gambo ad colore rossi e gialle e l'è capel bianca. Es un fung appartenent alli Basidiomiceti e alla familia ad porzein. Viv prenzipalmente tli loghi caldi dei boschi esposti a sud. E' presente tla Europa e nel America du nord. S'è un fungho vlenoso, e thè fa vomitar e andà all'ospedel. tè fa venì el mal de panza. A un odorvramente disgustoso com de feci e da cadavere. In alcune parti dla Cecoslovacchia dla Italia e dla'Merica è magnet a tavula.

Porzein dla stregna

Boletus satanas è stet scoperta da un tedesco da nom Harald Othmar Lenz nel 1831 en Grecia, attiret dall'udur che puzza.

Descrizion dla specie[modifica | mudéfica la surzéia]

Capel[modifica | mudéfica la surzéia]

10-30 (40) cm di diametro, carnos, emisferico, poi convesso-appiattito, biancastre, bianco-verdastro o bianco-grigiastro, glabro e liscio, con piccole screpolature al centro; diventa bruno quando manipolato. Tle'esemplare vecchio adiventa gnoccoso, osi storce.

B.satanas - dettaglio di pori e reticolo

Pori[modifica | mudéfica la surzéia]

Piccoli, rotond, rosse-sangue o rosse-arancione verso el margine, viranti nel verdastro alla pressione.

Tubuli[modifica | mudéfica la surzéia]

Giallognoli o giallo-verdastri, corti, al tocco virano nel blu.

Gambo[modifica | mudéfica la surzéia]

Oval o globose, tozze, compatte, ingrosset alla base, color giallognolo (giallo rosso) o giallo-arancio; tla parte alta (l'attaccatura al cappello) ricoperto da un fine reticolo a piccole maglie di colore rosso-vivo; la parte centrale e inferiore è a superficie rossa con reticolo concolore. La parte sott terra ,quella che lo collega al micelio è giallo-brunastro. Il colore si vede raramente in quanto spessissimo è sporco di terra.

Carne[modifica | mudéfica la surzéia]

Soda, compatta, biancastra, assumente rapidamente al taglio una tinta rossiccia che dapprima vira nel viola oppure nel blu tenue, successivamente nel grigio

  • Odore: sgradevole ma alla lunga nauseante. Di "cadavere".
  • Sapore: inizialmente gradevole e dolciastro, come di "noce", poi piuttosto sgradevole. Più accentuato negli esemplari più vetusti.

Spora[modifica | mudéfica la surzéia]

Fusiformi, bruno-olivastre in massa.

Dov vive[modifica | mudéfica la surzéia]

Cresce generalmente su suoli calcarei, sotto latifoglie, dalla primavera all'estate e, talvolta, anche nella prima metà dell'autunno. MOLTO RARO.

Se è da magnè[modifica | mudéfica la surzéia]

Molto velenoso, provoca mal de panza persistenti.

Dal Boletus satanas è stata estratta una potente glico-proteina tossica, la Bolesatina, un inibitore della sintesi proteica a livello ribosomale (meccanismo: nucleoside trifosfato fosfatasi), idrolizzando il GTP nonché l'ATP. El Porzein dla stregna slè vlenoso.

Note[modifica | mudéfica la surzéia]

Secondo voci non confermate, in alcune zone della Sicilia e della Francia viene consumato senza problemi dopo opportuna preparazione (bollitura, salamoia e/o essiccazione); si raccomanda tuttavia di non cimentarsi in pericolosi esperimenti gastronomici in quanto questo trattamento richiede un'elevata esperienza. Il fine ultimo è quello di distruggere integralmente il peptide Bolesatina che rende tossica detta specie.Pericolosissimo consumarlo da vecchio,infatti la carne esausta accumula sostanze tossiche e lo rende maggiormente resistente alla bollitura. È il fungo più grande del continente europeo.

Specie simili[modifica | mudéfica la surzéia]

  • Boletus calopus, da cui si distingue principalmente per il sapore dolciastro (molto amaro nel B. calopus), per il gambo obeso E per i pori gialli.
  • In alcune sue forme particolari, di rado, può essere confuso con il Boletus erythropus che però ha il cappello di colore marrone-bruno e la carne virante al verde/azzurro invece che al viola e poi lentamente al blu/azzurro. I meno esperti potrebbero essere tratti in inganno, oltre che dalla forma del carpoforo, anche dal colore del cappello dell' erythtropus che a volte si presenta leggermente decolorato e quindi vagamente simile a quello del satanas.
  • Boletus luridus, stesso discorso del B. erythropus.
  • Boletus splendidus,con gambo rosso chiaro, cappello grigio topo nel giovane e con aloni roseii nel vecchio. TOSSICO.

Etimologia[modifica | mudéfica la surzéia]

Dal latino satanas, di satana, cioè velenoso, malefico.

Ligâm esteren[modifica | mudéfica la surzéia]